ANNIVERSARIO COMMEMORAZIONE APP. GALLETTI 2024

La commemorazione a 118 anni dalla morte di un giovane appuntato della Regia Arma dei Carabinieri, Angelo Galletti, che il 31 marzo del 1906 non esitò a sacrificare la propria vita in difesa di quei valori che ancora oggi rendono viva e splendente la fiamma dell’Arma. Medaglia d’Argento al Valor Militare conferita all’Appuntato Galletti già pochi mesi dopo la sua morte, riporta l’accaduto: «Inseguì per lunghissimo tratto un pericoloso malfattore che sparava colpi di rivoltella contro quanti tentavano contrastargli il passo e, raggiuntolo, impegnò con esso fiera colluttazione, finché cadde vittima del proprio dovere».

Ricordare il sacrificio in servizio dell’Appuntato Galletti dimostra come l’Arma sia sempre stata presidio di sicurezza e legalità, a difesa delle comunità e dei cittadini.

Domenica mattina 30 marzo, alle ore 10,30 è stata  posata una corona di fiori al Cippo posto accanto alla Torre della Specola e dinanzi all’Oratorio di San Michele.

Presenti, oltre al Generale Stefano Lupi presidente della Sezione di Padova dell’Associazione Nazionale Carabinieri e quella di Maserà di Padova, i parenti dell’eroe, Riccardo Galletti nipote, e suo figlio don Marco Galletti parroco in città; il Consigliere Nereo Tiso in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale; il Consigliere Vincenzo Gottardo in rappresentanza della Provincia; il Tenente Colonnello Alessandro Mingozzi del Comando Provinciale dei Carabinieri di Padova, in rappresentanza dell’Arma in servizio.

Foto dell’evento.

Immagini collegate: